Sono Mario Rizzoli, sono nato a Cavalese il 26 giugno 1966.
Molti di voi mi conoscono ma per chi non mi conoscesse mi presento, sono da trenta anni libero professionista titolare di uno studio tecnico nel nostro paese.

Sono abituato ai sacrifici di chi lavora sodo provenendo da una famiglia di artigiani.

Sono felicemente sposato con Giancarla Spazzali che mi ha dato la gioia di diventare padre di due splendidi figli Ivan e Natalie.

Credo fortemente nell’economia turistica della nostra valle e per questo io e la mia famiglia abbiamo investito nel vecchio maso, trasformandolo in albergo.
Per quanto riguarda la mia vita pubblica sono stato uno tra i più giovani consiglieri del Comune di Cavalese ho avuto anche esperienze in giunta Comunale.
Sono stato consigliere di regola della magnifica Comunità di Fiemme.
Nella penultima tornata elettorale sono stato eletto consigliere della Comunità territoriale di Fiemme e nella seconda metà della legislatura nominato assessore a fianco del compianto Raffaele Zancanella che ne era presidente.
Esperienza di cui vado orgoglioso per i risultati raggiunti, in particolare per aver dato l’opportunità ai nostri giovani d’imparare la seconda lingua a costi contenuti grazie agli accordi instaurati con la comunità della bassa atesina.
Sono consigliere uscente della legislatura 2015-2020 nel gruppo di minoranza.

Perché ho accettato di candidarmi:
Durante il covid avevo pensato di non dare più la mia disponibilità alla candidatura in nessuna veste.
Successivamente numerosi amici mi hanno sollecitato a rimettermi in gioco considerandomi tra le persone che potevano avere le giuste capacità, affidabilità ed esperienza per amministrare Cavalese.

Queste sono state da stimolo per rimettermi in gioco.
Ritengo che le mie esperienze sia in ambito lavorativo e che amministrativo possano essere un valore aggiunto al servizio della mostra comunità.

Per primo, considerata l’importanza, siamo a sostegno dell’ospedale di Cavalese che va riqualificato e specializzato.

Riteniamo che il volontariato non sia solo salire sul palco o dire quello che si è fatto ma lo è nei fatti quotidiani, pensare alla problematiche delle persone più deboli, in pratica non parole ma modi di agire, il dare senza chiedere in cambio.

Le nostre intenzioni sono di riunire il paese che da tempo è stato diviso tra amici e non, programmare il futuro senza illudere, fare un’attenta valutazione delle spese senza sprechi, utilizzando il buon senso del “padre di famiglia”.

Cercheremo di garantire un sereno e quieto vivere quotidiano con un’occhio di riguardo alle persone più deboli e bisognose, agli anziani, ai diversamente abili perché secondo noi nella vita di un paese non devono esistere disuguaglianze.

Il nostro obiettivo sarà quello di far “RINASCERE” la splendida Cavalese che, negli ultimi anni, è stata bistrattata e mortificata.

Per tanto prima di pensare alle grandi opere si rende necessario procedere ad una riorganizzazione complessiva con cura e manutenzione dei particolari.

L’ inerzia della passata amministrazione, la trascuratezza degli spazi pubblici ci impone di migliorare il nostro paese che è bello di suo ma necessita di cure, sembra quasi che chiami aiuto.

Cavalese deve a mio/nostro modesto parere tornare ad essere il centro della Valle di Fiemme assumendo il ruolo trainante che aveva in passato.

Primo obiettivo sarà quello di completare le opere iniziate e mai terminate perfezionandole e migliorandole ove possibile.

In particolare intendiamo agire nella ricostruzione del teatro comunale partendo dalla disponibilità di quanto liquidato dall’assicurazione per poi cercare le dovute integrazioni attraverso contributi degli enti superiori con i quali abbiamo già intrapreso delle interlocuzioni.
Siamo comunque per una ricostruzione che abbia il rispetto del preesistente con gli adeguamenti tecnici necessari.

Abbiamo previsto non solo che vengano integrati i parcheggi venuti meno negli anni passati ma visti gli obiettivi di crescita che ci siamo posti, che gli stessi siano aumentati.

Non è pensabile realizzare una scuola come quella di Masi con centro polifunzionale senza parcheggi ed impiegare un’intera legislatura solo per acquisire lo spazio necessario alla loro realizzazione.

Tutti gli spazi urbani vanno curati, non è accettabile in un paese con alta vocazione turistica vedere erbacce fuoriuscire dalle pavimentazioni, pavimentazioni dissestate, sia nel centro che nelle frazioni, gli spazi verdi invece meritano maggiore cura.

Per il centro ma non solo va fatto un piano di intervento in modo da poter pian piano veder ripavimentato tutto l’abitato, vedi piazza Cesare Battisti, Piazza Verdi, via Chiesa, Via Pizzoni ed i centri storici in generale.

E’ tempo di intervenire sui “corozi” presenti sulla strada di Masi (via Marco) in modo da garantire maggior sicurezza a chi la percorre.

I sottopassi a Masi e alla Cascata vanno ripuliti ed imbiancati, e poi in entrambi i casi va previsto lo spazio per i pedoni sui ponti per poter raggiungere il lato sud dell’Avisio.

In generale va pianificata in maniera definitiva la viabilità dell’intero Comune senza improvvisazioni, contrariamente a quanto fatto dall’amministrazione uscente che ha solo creato disagi agli operatori come nel caso dei vigili del fuoco o della stazione autocorriere.

Alla cascata si è persa l’occasione di rendere accessibile la passeggiata anche ai diversamente abili, ai passeggini etc.
La realizzazione del percorso infatti non ha tenuto conto di questo aspetto ed è stata fatta con un tratto pianeggiante ed uno eccessivamente pendente di difficile percorrenza, intendiamo migliorarlo realizzando una pendenza media di facile percorrenza.

Intendiamo risolvere in maniera definitiva il problema dell’urbanizzazione della zona produttiva “Podera” a Masi di Cavalese.

Riteniamo che il Parco della Pieve meriti più attenzione ed in particolare vanno progettate illuminazioni e pavimentazioni in modo da renderlo fruibile anche in presenza di maltempo o in inverno.
Intendiamo collegare le passeggiate del parco con quelle della galleria dell’ex ferrovia in modo da avere oltre che passeggiate la possibilità di fare attività sportiva tutto l’anno.

PER QUESTO E PER TUTTO QUELLO CHE ABBIAMO INDICATO NEL NOSTRO PROGRAMMA TI CHIEDIAMO FIDUCIA VOTANDO IL CANDIDATO SINDACO MARIO RIZZOLI E DANDO LA PREFERENZA ad una delle due liste che lo sostengono“RINASCITA CIVICA per Cavalese e Masi” e “CENTRODESTRA AUTONOMISTA” ed esprimendo fino a due preferenze della stessa lista.