Punti del programma


Il nostro programma elettorale è frutto del confronto-dialogo svolto con i cittadini e raccoglie le loro richieste fondamentali.

Tale compartecipazione profonda ed essenziale tende ad una serie di azioni trasparenti e rinnovate qualitativamente che si adeguano alla situazione socio-economica locale.

Si AMO Cavalese e Masi
COMPETENZA ED ESPERIENZA

UN PROGRAMMA COMUNE

Questo programma raccoglie le nostre idee per amministrare Cavalese e Masi e comprende il contributo di tutti i cittadini che hanno accolto l'invito a partecipare alla costruzione di un progetto per il nostro Paese.
Vogliamo che la nostra sia l'amministrazione di tutti, e che tutti possano partecipare con il proprio contributo alle decisioni che li riguardano.

Il programma della Cavalese che vogliamo parte dalla sua storia, dalle sue radici, parte dai cittadini che la vivono ogni giorno e dai turisti che la scelgono come luogo di villeggiatura, una visione alta, che guarda il Comune nella sua interezza e in tutti i suoi aspetti.

Vogliamo un paese che torni a splendere, curato e pulito nella sua totalità, dove il verde pubblico, i marciapiedi, le strade siano oggetto di manutenzioni costanti.

Vogliamo un paese più sicuro, più vivo, più moderno e che offra servizi di qualità per tutti i cittadini.
Le nostre scelte saranno determinate dai reali bisogni del Paese e dei suoi abitanti.
Tutte le frazioni e le località, che compongono la nostra Cavalese, devono ricevere le stesse attenzioni.
L'azione della nostra Amministrazione sarà basata sul buon senso e sul dialogo.

Abbatteremo il muro che si è creato tra l’Amministrazione Comunale e i Cavalesani.


SICUREZZA
Daremo piena soddisfazione al bisogno e alle aspirazioni di sicurezza dei Cavalesani affinché ogni cittadino possa vivere in piena sicurezza e tranquillità anche con una articolata dislocazione di telecamere nei punti di accesso e nei luoghi cardine del Paese.

Sicurezza urbana
L’obiettivo è quello di definire una strategia che consenta di ottimizzare le politiche per la sicurezza esistenti, in sinergia con tutte le parti sociali.
Il tema sicurezza, tocca direttamente la vivibilità di un territorio ed è un diritto fondamentale dei cittadini in quanto può incidere sulla qualità della vita.
Garantire un modello di “vita in sicurezza” attraverso progetti mirati che coinvolgano, oltre i competenti livelli, anche la cittadinanza con azioni progettuali di sicurezza attiva e passiva costruite affinché questa diventi e si sviluppi come parte integrante del sistema sociale del paese.

L’ inizio di questo percorso di messa in sicurezza del paese vedrà:
- la pianificazione ed attuazione dell’implementazione del sistema di controllo con sistemi di videosorveglianza sui punti sensibili del territorio, collegato alle sedi operative delle Forza dell’Ordine che potranno utilizzare per scopi preventivi e di contrasto ai fenomeni criminosi o di disagio urbano;
- forme di sicurezza passiva mediante iniziative sociali e sportive volte alla costante presenza di persone in alcuni luoghi pubblici “sensibili” ove il degrado/disagio è presente da tempo;
- in relazione ai periodici e ormai costanti danneggiamenti delle cose pubbliche ad opera di giovanissimi concittadini, la sensibilizzazione all’interno delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio mediante interventi di educazione civica e di confronto in collaborazione con insegnanti, associazioni giovanili e personale formato all’uopo;
- la promozione di azioni per l’educazione alla cultura della legalità per sensibilizzare i cittadini ad assumere comportamenti precauzionali rispetto alle diverse forme di criminalità, con particolare riferimento ai fenomeni di natura predatoria;
- la revisione ed implementazione del Regolamento di Polizia Urbana nell’ottica di un paese più sicuro ed attento alle esigenze dei cittadini;

Quanto sopra è parte di un progetto ben più ampio con lo scopo unico di far vivere i cittadini di Cavalese e Masi nella massima sicurezza migliorandone la qualità della vita.

AMBIENTE
Sostenibilità e riqualificazione ambientale saranno principi fondamentali della nostra azione amministrativa.
Si farà il “censimento degli alberi” per una gestione ottimale delle potature e delle manutenzioni del verde in particolare al parco della Pieve.

Il Parco della Pieve è stato dimenticato da tempo.
Oltre ad una puntuale potatura delle piante e ripristino del cotico erboso in parecchi punti completamente denudato dal mancato asporto del fogliame prima dell’inverno, si proporre un rifacimento dei percorsi valutando la posa di un asfalto autoilluminante che possa rendere particolarmente suggestiva una passeggiata nelle ore serali.
Altro luogo dimenticato, tanto che non tutti i Cavalesani lo conoscono, è la passeggiata Deleonardi in zona Montebello.
Muretti che franano, alberi che arrivano fino agli occhi dei passanti, erbacce lo rendono quanto mai poco frequentato.
Tutte le aree verdi saranno sottoposte a costante manutenzione che non sarà l’eccezione ma la regola.
Pianificare e non intervenire in emergenza sarà il tratto distintivo della nostra Amministrazione.

La Cavalese green e sostenibile sarà promossa anche con l’ approvazione di un nuovo PAES – Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile che preveda misure quali l’efficientamento energetico degli edifici pubblici, la promozione degli acquisti verdi da parte dell'Amministrazione, l’uso reale di macchine e mezzi elettrici o a gas metano, l'incentivazione di ristrutturazioni edilizie private finalizzate al massimo risparmio energetico e all'utilizzo di energie rinnovabili, la promozione ed incentivazione della mobilità elettrica (bici, scooter, auto...), lo sviluppo e la promozione all'utilizzo del trasporto pubblico.

L'azione in campo ambientale sarà volta anche al rispetto degli animali.
Partendo dal regolamento per la tutela degli animali, sarà realizzato un cimitero degli animali e verranno installati nuovi cestini per le deiezioni.
Anche l’area sgambatura cani troverà la sua naturale manutenzione.

Urbanistica e consumo di suolo: la sostenibilità ambientale passa anche per una pianificazione e progettazione urbanistica che abbia un nuovo approccio etico e tecnico privilegiando la rigenerazione urbana, il riuso ed il recupero innovativo dell’esistente.

INFORMAZIONE E TELECOMUNICAZIONE
Ci piace il contatto diretto con le persone, crediamo in una comunicazione che sia semplice e chiara, alla portata di tutti.
I cittadini vanno informati, nelle forme e nei modi che più sono adatti all'interlocutore: dal Notiziario alla newsletter, da Facebook a Instagram, senza mai dimenticare che il dialogo e l'ascolto diretto restano comunque i mezzi più efficaci per spiegarsi e capirsi.

La tecnologia WiFi gratuita nei luoghi pubblici è un’ottima opportunità per connettere le persone e migliorarne lo stile di vita.

Crediamo inoltre nelle potenzialità della rete ed in particolare del 5G, necessità dimostrata anche in occasione della recente pandemia.

TURISMO E CULTURA
Le prossime Olimpiadi invernali rappresentano una grande opportunità da cogliere e devono diventare occasione di sviluppo e rilancio dell’attività turistica ma anche di altre attività legate al turismo.
Saranno quindi incentivate tutte le iniziative in questo senso sia per le strutture alberghiere classiche come anche per B&B, garnì e simili.

Non possiamo dimenticare che Cavalese, non offre alcuna possibilità di un camping ma solo di un ritrovo per camper sulla fondovalle: gli altri campeggiano tranquillamente nelle più belle piazze del Paese e per questo favoriremo la realizzazione anche di questo tipo di strutture.
Cavalese deve tornare ad avere un turismo di qualità e poter lavorare con il turismo 365 giorni all'anno, grazie a sport e cultura.
Ambiente, clima, altitudine sono fattori ideali per la prestazione sportiva e Cavalese dispone di un patrimonio straordinario strutture sportive, che non devono rappresentare solo un peso per il bilancio comunale ma devono diventare volano di crescita per il turismo e l’economia di Cavalese.
L'offerta culturale passerà necessariamente per la valorizzazione del centro storico, programmando un calendario di eventi e di esposizioni temporanee, rivalutando maggiormente le strutture espositive e museali che già abbiamo mettendole in rete con le analoghe strutture della valle, prevedendo una gestione e un calendario delle aperture integrato, riprendendo così un progetto lungimirante ideato dall'allora presidente della Comunità di Valle Raffaele Zancanella.

Si coglierà anche l’occasione per rivedere tutta la segnaletica stradale e informativa di Cavalese con scritte trilingui, magari anche correggendo segnali indicativi sbagliati come quello sullo stadio del ghiaccio metà in tedesco e metà in inglese.

Si cercherà poi di realizzare un vero marchio Cavalese che completerà la cartellonistica indicante percorsi, passeggiate, palazzi storici, negozi.

SVILUPPO E LAVORO
Sono troppi i negozi del centro ormai sfitti e vuoti che diventano anche segno di degrado e mortificano l’ambiente urbano.
Progetteremo insieme ai commercianti, agli artigiani e agli altri operatori un vero e proprio Piano di Marketing Urbano capace di promuovere l’attrattività del centro, anche tramite il riuso delle strutture abbandonate, o tramite la stipula di accordi di pianificazione con gli investitori privati.

Si prevede poi un aumento dei numero dei parcheggi in particolare al pra del Tini, con la realizzazione sia di un parcheggio di superficie che di un interrato.

Sono poi in previsione dei nuovi parcheggi di prossimità, in loc. Montebello, in via Corva ed in altre zone del paese.

DECORO URBANO
Un paese decoroso ed accogliente deve essere manutenuto e curato tutti i giorni.
Così articoleremo un piano delle manutenzioni che prevederà sistematicamente più pulizia delle strade e dei marciapiedi e più cura delle aree verdi, ma anche delle fontane ripristinando la cura da parte del vicinato.

SPORT E ASSOCIAZIONI
Con noi lo sport acquisirà una vera e propria valenza sociale, promuoveremo all'interno delle scuole tutte le discipline, grazie a ciò le società sportive potranno farsi conoscere dai giovani ed implementare i loro iscritti infondendo loro i valori che plasmeranno i cittadini del futuro.
Cavalese vanta un vastissimo panorama di Associazioni: vogliamo garantire loro spazi e sostegni adeguati.
Le attività sociali e ricreative delle nostre Associazioni sono infatti essenziali per mantenere viva la fiamma della comunità, perché ogni persona diventi cittadino attivo.
Garantiremo inoltre il sostegno alle società sportive che decideranno di intraprendere lavori di ristrutturazione e miglioramento delle strutture sportive usufruendo dei contributi previsti dalla legge provinciale sullo sport, impegnandoci a coprire con un contributo comunale la parte eccedente dei costi non coperti dal contributo provinciale.
Si potranno avere così strutture ammodernate e funzionali alle esigenze delle società locali offrendo inoltre un'opportunità di auto-finanziamento alle società che eseguiranno una parte di lavori in economia tramite volontariato, così come previsto dalla normativa.

SOCIALE E SALUTE
La difesa dell’Ospedale sarà il nostro obiettivo principale.
Crediamo che la costruzione di un nuovo edificio sia la soluzione migliore rispetto alla demolizione parziale con sua ricostruzione, che comporterebbe troppi disagi per gli utenti visti anche i tempi lunghissimi di analoghe iniziative di ristrutturazione.
Anche il potenziamento degli ambulatori medici sarà un obiettivo prioritario dell’amministrazione, visto che l’attuale collocazione a breve non sarà più disponibile.

OPERE PUBBLICHE
Primo intervento da iniziare e portare a termine è il rifacimento del teatro comunale riportandolo allo splendore del passato.
E’ di tutta evidenza che deve essere aggiornato dal punto di vista tecnologico anche con i minimi aumenti di volume della torre scenica necessari.
E’ stato reso più evidente dalla pandemia, ma si tratta di un annoso problema, la mancanza a Cavalese di un tempio funerario, di una sala del commiato.
Tale spazio potrebbe essere realizzato nella palazzina ex OMNI al Parco della Pieve.
Sarebbe sicuramente la collocazione ideale e ci permetterebbe anche di recuperare finalmente un edificio fatiscente.
Altro intervento nel senso di una riqualificazione ambientale che non può essere richiesta solo ai censiti ma disattesa dall’amministrazione è il potenziamento e la riqualificazione dei magazzini comunali a Valzefena.
Al di sotto, con entrata direttamente dalla fondovalle, potrebbero anche essere realizzati i garages degli autobus, sia Trentino Trasporti che SAD, liberando così gli attuali spazi per destinarli al potenziamento della sede dei Vigili del Fuoco di Cavalese e magari come spazi per la sede locale della Croce Rossa.
Altro intervento in una zona di forte impatto turistico ma completamente dimenticata da anni riguarderà gli attuali spazi dei campi bocce.

Si crede che possano essere recuperati gli attuali spazi realizzando una struttura permanente per il gioco indoor magari creando una pavimentazione mobile in modo da rendere la struttura idonea ad altre attività non prettamente estive.
Pensiamo anche ad una balera per il ballo liscio che sta ritornando in auge e che attualmente occupa gli spazi del Palacongressi non adatti.

Altro intervento che si propone è la copertura di piazza fiera con una struttura in legno di particolare impatto architettonico.

Pensiamo infatti a tutte le attività che le varie associazioni organizzano nell’anno a Cavalese.
Mercato contadino, mercatino artigianale, mercato delle pulci, esposizioni particolari, partenze ed arrivi di manifestazioni sportive, premiazioni, mostre del bestiame, Desmontegada, presentazioni varie, potrebbero ben trovar posto in tale spazio con il posizionamento di un palco in struttura metallica prefabbricata e con delle luci ed impianto audio fissi a soffitto.

Questa opera si propone come completamento alle varie iniziative e proposte che dovranno mantenere animato e vivo il centro storico.
La presenza di uno spazio fisico all’aperto, richiamerebbe inoltre più gente, e la pulizia sarebbe limitata al normale spazzamento stradale.

In caso di non utilizzo potrebbe essere utilizzata come posteggio pubblico a pagamento.

Altra località in completo degrado è il piazzale a valle del posteggio delle Funivie del Cermis (ex bersaglio).

Tale spazio potrebbe essere sicuramente ampliato, messo in sicurezza ed abbellito, pavimentato a posteggio e collegato mediante una scala mobile od un ascensore al posteggio principale delle funivie del Cermis.
Il vecchio tracciato dell’ex ferrovia potrebbe anche essere recuperato per diventare una bellissima passeggiata.

RECUPERO E RAZIONALIZZAZIONE DEL PATRIMONIO PUBBLICO
Un altro obiettivo del nostro gruppo è la ristrutturazione completa del Municipio affinché diventi l’unica sede del Comune.
Non è sicuramente opportuno per Cavalese avere due sedi municipali sia per una questione di costi che per le difficoltà che tale situazione arreca ai cittadini ed al personale.
Siamo consapevoli che nell’attuale sede del Municipio ci sono altre realtà, ma cogliamo l’occasione per fare un volo di fantasia sperando che sotto la nostra regia diventi realtà.
I locali della sede INPS di Cavalese possono trovare facilmente posto negli ex locali dell’Ufficio del Registro a Cavalese di fronte all’Agenzia delle Entrate.
Preso atto della situazione degli spazi e delle difficoltà economiche della Curia, legate anche all’ingente costo sostenuto per il rifacimento della Pieve, ci proponiamo di attivare un dialogo con essa finalizzato all’acquisto dell’immobile dell’oratorio che, insieme col campetto di calcio a sud già di proprietà comunale, potrebbe diventare un bellissimo spazio giovanile.

Oltre al teatro, che potrebbe diventare funzionale alle attività sociali e artistiche dei giovani della Valle, nei locali dell'Oratorio potrebbero trovare il giusto spazio anche la coop Archimede, attualmente ospitata nel Municipio, nonché le realtà attive nel volontariato locale.
Ci proponiamo poi di iniziare un colloquio puntuale con la proprietà per acquistare l’immobile ex Poste Italiane di proprietà del demanio dello Stato.
Ci proponiamo inoltre di far uscire dall’oblio, dalla noncuranza e dalla sciatteria la casa Alberti, storico edificio nel centro storico di Cavalese di cui si è ormai persa la memoria da troppo tempo.

LA VIABILITÀ E I PARCHEGGI
Come già anticipato sopra si intende procedere alla realizzazione un vero posteggio multipiano nel Prà del Tini che possa servire anche per una riqualificazione di via Pizzegoda, strada centrale di Cavalese ma da anni abbandonata ed in completo degrado.
Questo non ci impedisce di riflettere su soluzioni per Via Bronzetti, decoro urbano e pavimentazione di strade e marciapiedi, per primo l’allargamento del marciapiedi davanti al bar Canton.

AGRICOLTURA E AMBIENTE
Esistono ormai numerose ed estese aree del territorio comunale in completo abbandono.
Pensiamo a Salanzada dove il bosco continua inesorabile la sua avanzata.
Si pensa di intervenire con una completa pulitura del territorio pascolivo sia per creare spazio verde che per potenziare anche le attuali attività agricole magari incentivando la nascita di nuove.

ARTIGIANATO E INDUSTRIA
Senza pensare a creare grossi insediamenti industriali si ritiene che l’artigianato possa ancora rappresentare una prospettiva di futuro.
Ci si propone quindi di realizzare o riconvertire aree dismesse a questa funzione.

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E RAPPORTO CON I DIPENDENTI COMUNALI
I dipendenti sono la risorsa più preziosa del Comune di Cavalese, e dovrà essere gestita in un'ottica di collaborazione e consapevolezza.
Per poter garantire a cittadini e imprese maggiori servizi e di migliore qualità, è necessario valorizzare il capitale umano coinvolgendolo maggiormente nei processi decisionali e organizzando il lavoro in maniera più efficiente ed efficace.
Ascolto, comunicazione, formazione e responsabilizzazione saranno le linee guida nell'organizzazione del lavoro, che dovrà tenere conto delle stagioni turistiche e dei relativi picchi di lavoro.
Pianificando con il giusto anticipo si eviteranno pressioni eccessive e carenze di personale, permettendo inoltre di individuare i giusti obiettivi ed i meccanismi di incentivazione e gratifica per raggiungerli.

Cavalese 5 agosto 2020 - Il candidato Sindaco (Mario Rizzoli)